UNA STORIA D’AMORE

La storia d’amore tra Massimiliano Prete e gli impasti inizia prestissimo, a 15 anni.

Un amore che porta Massimiliano a lasciare la sua Puglia per andare ad Asti, dove lavora per anni nella tipica pizzeria Tramonti. Poi parte alla volta di Saluzzo, città in cui si afferma come pizzaiolo e pasticcere.

L’amore porta amore: il giovane pizzaiolo sposa Erica e insieme a lei prende in gestione la caffetteria pasticceria PiazzAffari, in piazza Cavour, nel cuore di Saluzzo.
Siamo nel 2000, sono anni di lavoro, soddisfazioni e crescita. Nel 2011 apre Teatro del Gusto, il ristorante pizzeria che per 7 anni delizierà saluzzesi e turisti con piatti ricercati e curati nei minimi dettagli.

LA RIVOLUZIONE

Arriviamo nel 2014. Ci vuole qualcosa di nuovo in città. 

Massimiliano decide di cambiare: chiude PiazzAffari, rinnova il locale e apre Gusto Divino, una delle prime pizzerie gourmet del Piemonte. 

Chef Prete si inserisce così nella rivoluzione contemporanea della pizza, concepita come un incontro perfetto tra innovazione e tradizione, in cui unire sapori autentici, materie prime di alta qualità, la precisione della pasticceria e combinazioni di gusti da alta ristorazione

Una rivoluzione che, visto il successo, non si può fermare.
Nel 2016 Massimiliano inaugura Gusto Madre, pizzeria contemporanea in pieno centro ad Alba, cuore delle Langhe e regno dell’eccellenza culinaria piemontese.

Nel 2017 apre Gusto Madre in centro a Torino, accolto dal consenso di critici, giornalisti e clienti: fa il tutto esaurito, tutti i giorni, a pranzo e a cena.

Massimiliano Prete in centro Torino

PIZZA GASTRONOMICA

Chef Prete viene riconosciuto non come semplice pizzaiolo, bensì come lievitista. Perché sono gli impasti il vero fiore all’occhiello della sua proposta culinaria e la peculiarità che differenza le sue creazioni dalle altre pizze gourmet.
Impasti innovativi, buoni e digeribili, frutto di ricerca e sviluppo costanti. 

Tutto questo, unito alla selezione attenta delle materie prime per le farciture e alle continue sperimentazioni per creare abbinamenti sempre originali, è ciò che trasforma un’ottima pizza in una Pizza Gastronomica

L’eccellenza richiede dedizione. Per focalizzare la sua attenzione sui locali di Torino e Saluzzo, Massimiliano lascia Gusto Madre Alba, chiude Teatro del Gusto e regala al locale di Torino un nuovo nome: Sestogusto.

Il sesto gusto, secondo i ricercatori, è la sensibilità della bocca al sapore dei carboidrati. In pratica, quello che ci fa provare un grande amore per la pizza, il pane e tutti gli impasti a base di grano.

Lo stesso che ha animato Massimiliano in tutti questi anni e che lo guiderà nei suoi nuovi progetti

.

La vita è come un buon impasto.
          Se riceve calore e si mantiene viva,

cresce, cambia e rende felici.

Massimiliano Prete